Il rifugio Riva in Valsassina: la magia dei colori d’autunno

Una passeggiata verso il rifugio Riva in Valsassina è un'ottima idea per una bella e calda giornata d'ottobre. Ma i piani di Nava sono anche il luogo ideale per ammirare il foliage autunnale. La partenza è l'abitato di Pasturo (sopra Lecco) in località Baiedo, la durata è assolutamente alla portata di tutti (poco più di un'ora), il percorso facile e non impegnativo (400 metri di dislivello), perfetto anche per biciclette e passeggini a tre ruote grazie al selciato ben tenuto. Una volta arrivati alla meta la cucina tipica e un prato su cui sdraiarsi al sole completano la giornata.

Il percorso inizia nell'abitato di Baiedo, comune di Pasturo, sopra Lecco, dove trovate numerosi parcheggi e percorrendo le strette stradine che consentono di prendere l'avvio della passeggiata. I cartelli con l'indicazione per i Piani di Nava e "Rifugio Riva: polenta, vino e... allegria" vi porteranno sulla... retta via.

   

La carreggiata inizia nel bosco con un selciato a volte sterrato a volte asfaltato ma comunque semplice da percorrere, con giusto un paio di strappetti ma di poco conto. E con l'arrivo ai Piani di Nava che potrete ammirare l'autunno nel suo splendore, bellissime baite e anche simpatici asinelli.

 

Questa passeggiata è molto bella anche a primavera, quando la natura esplode dopo la pausa invernale.

 

Una volta arrivati al rifugio Riva potrete scegliere se mangiare all'interno o sui tavoli fuori (se preferite star fuori meglio mangiare sul presto, tra le 12 e le 13, perchè poi il sole gira e rischiate di essere all'ombra). E' consigliata la prenotazione (328 7115705) perchè essendo la passeggiata breve e semplice attira davvero tanta gente.

 

Come arrivare e dove parcheggiare:
- prendere la SS 36 per la Valsassina, a Ballabio proseguire per Pasturo e parcheggiare l'auto in uno dei numerosi (anche se non grandi) parcheggi di Baiedo. Quindi cercare le indicazioni per Piani di Nava.

® riproduzione vietata

Leggi anche:
Il rifugio Griera in Valsassina: tra mucche, capre e rododendri

Val di Fex in Engadina: una passeggiata per tutte le stagioni
Val Roseg in Engadina: a piedi, in bici o in carrozza?

Nessun commento ancora

Lascia un commento