Val di Bever in Engadina: il sentiero delle favole

Un percorso semplice, da fare a piedi o in bicicletta in estate oppure a piedi o con gli sci in inverno, in un mondo incantato. Nella valle corrono placido il fiume Beverin e velocissimo il trenino rosso del Bernina che fa tappa anche a Spinas, meta finale (o punto di partenza per proseguire lungo la valle).

© www.pennaevaligia.it

Estate e inverno:alcune cose da sapere sulla Val di Bever

In estate lungo il tragitto - che dura circa un’ora – sei tappe per altrettante fiabe, da raccontare o raccontarsi seduti su tronchi scavati e al cospetto di grandi statue lungo la Val di Bever in Engadina. In inverno la vallata - a parte il tratto iniziale che vedete nella foto sotto - è sempre all'ombra quindi se cercate il sole meglio scegliere la Val Roseg o la Val di Fex.

© www.pennaevaligia.it

Come arrivare in Val di Bever

Da Milano prendete la SS36 per Lecco quindi percorretela fino a Colico; qui seguite (a sinistra) le indicazioni per Chiavenna/St. Moritz. Passato il confine a Castasegna, salite al Passo del Maloja, da lì raggiungete Sankt Moritz, poi Celerina quindi Bever.

Dalla stazione di Bever al rifugio Spinas

Parcheggiate alla stazione di Bever (a pagamento) e poi cercate le indicazioni per Spinas. Attraversate il centro abitato e poi incamminatevi lungo l’ampia carreggiata finchè la strada si divide: a destra il sentiero pedonale con le postazioni delle fiabe, a sinistra il tracciato per le biciclette. Se scegliete di percorrere la valle a piedi in estate troverete lungo il tragitto sei postazioni per altrettante favole (la tradizione delle fiabe risale qui al XVIII secolo) scritte dalle donne del luogo: potrete raccontarle o raccontarvele sulle comode sedute ricavate nel legno utilizzando il grande libro a disposizione. Fanno da cornice le statue degli artisti locali. La durata è di circa un’ora a cui va aggiunto il tempo per la lettura delle fiabe.

http://www.myswitzerland.com/it-it/sentiero-delle-favole-della-val-bever.html

© www.pennaevaligia.it

Il rifugio Spinas: ambiente accogliente e ottima cucina

La terrazza del rifugio Spinas è il posto ideale per una fetta di torta o un pranzo alla carta con tipici piatti engadinesi. In inverno l'interno del rifugio è elegante e accogliente.

© www.pennaevaligia.it

Da Spinas a Bever seguendo le biciclette

Per rientrare potete utilizzare la strada delle biciclette: in questo modo potrete vedere da vicino il trenino rosso del Bernina. Lo stesso tracciato in discesa può essere seguito anche in inverno. Nelle foto ecco come cambia il panorama!

© www.pennaevaligia.it

© www.pennaevaligia.it

Oltre Spinas a piacere

E’ possibile allungare a piacere la passeggiata proseguendo dopo il rifugio Spinas.

Info:
http://www.myswitzerland.com/it-it/sentiero-delle-favole-della-val-bever.html
http://www.spinasbever.ch/it/val-bever
http://www.trenino-rosso-bernina.it/

Leggi anche:
Val di Fex in Engadina: una passeggiata per tutte le stagioni
Val Roseg in Engadina: a piedi, in bici o in carrozza?
In Liguria i sentieri tra Pietra Ligure e Finale Ligure

Nessun commento ancora

Lascia un commento