Antibes: i favolosi Anni Venti, il Festival del Jazz e Francis Scott Fitzgerald

Antibes è stata centrale per i favolosi Anni Venti (gli anni ruggenti), quel periodo del secolo scorso che ha creato mode e tendenze in ogni settore. E' qui che Francis Scott Fitzegarld trova ispirazione per "Il grande Gatsby". Ma soprattutto è qui che la musica jazz arriva e comincia ad essere conosciuta e apprezzata: un coup de foudre che sarà all'origine al Festival Jazz di Antibes. Vediamo come...

Antibes, Juan les Pins e il jazz: un amore lungo oltre cinquant’anni

Francia Antibes festival jazz photo-JAJ-2014_Booker T. Jones©G. Lefrancq Antibes Juan-les-Pins organizza nel 1960 il primo Festival europeo di jazz. Ma il legame tra questa cittadina francese e la musica dei neri americani inizia negli Anni ‘20, quella favolosa età raccontata da Scott Fitzgerald in “Tenera è la notte”. Lo scrittore passava le estati qui con la moglie Zelda e altri personaggi famosi (Hemingway, Picasso, Cocteau…) ospiti di Sara e Gerald Murphy. I Murphy – ricchi aristocratici americani innamorati della Costa Azzurra e della musica dei neri - avevano una collezione di 78 giri e fecero conoscere tra gli altri Cole Porter, Armstrong, King Oliver... durante gli eventi mondani che organizzavano.
Alla fine degli Anni ‘40 arriva Sidney Bechet che passa qui le estati per dieci anni. Così, per ricordarlo, nel 1960 nasce  il Festival Jazz à Juan. Sono passati da qui Miles Davis, Ella Fitzgerald, Count Basie, Dizzy Gillespie, Duke Ellington, Sara Vaugham, Ray Charles, Benny Goodman, Stan Getz, Cab Calloway, BB King, Petrucciani…

Jammin’JUAN: tre appuntamenti con i giovani talenti del jazz

Jammin’JUAN è la versione autunno-inverno della rassegna jazz di Juan Les Pins ed è dedicata ai giovani talenti: la prima edizione ha preso il via il 29 ottobre 2016 al Palazzo dei Congressi. Principale obiettivo di questo evento è incoraggiare i giovani artisti, permettere loro di farsi conoscere sul palcoscenico (nazionale e internazionale) e di esibirsi.
Il motto di Jammin’JUAN è «la chance d'avoir du talent ne suffit pas; il faut encore le talent d'avoir de la chance»: la fortuna di avere talento non basta; serve anche il talento di avere fortuna. E questa fortuna è Jammin’JUAN a offrirla agli artisti che possono incontrarsi, scoprirsi, comunicare all’insegna della comune passione per il jazz.
Il calendario 2016 prevedeva tre appuntamenti per nove artisti: 29 ottobre, 19 novembre, 17 dicembre. Noi abbiamo potuto assistere alla prima serata di Jammin’JUAN. E tra le sorprese tre ragazzi italiani - gli Accordi Disaccordi - che nella serata di esordio il 29 ottobre 2016 hanno incantato il pubblico: ascoltateli in questo video.

Antibes e Francis Scott Fitzgerald: “Tenera è la notte” e l’Hotel Belles Rives

“Sulla bella costa della riviera francese, a mezza strada tra Marsiglia e il confine italiano, sorge un albergo rosa, grande e orgoglioso. Palme deferenti ne rinfrescano la facciata rosata, e davanti a esso si stende una breve spiaggia abbagliante. Recentemente è diventato un ritrovo estivo di gente importante e alla moda; dieci anni fa, quando in aprile la clientela inglese andava verso il Nord era quasi deserto. Ora molte villette vi si raggruppano intorno; ma quando questa storia incomincia, soltanto i tetti di una dozzina di vecchie ville marcivano come ninfee in mezzo ai pini ammassati tra l'Hôtel des Étrangers di Gausse e Cannes, cinque miglia più in là”.

Questo è l’incipit di “Tenera è la notte”, il romanzo di Francis Scott Fitzgerald scritto e ambientato proprio a Cap d’Antibes dove lo scrittore e la moglie erano ospiti di una coppia di ricchi americani (i Murphy). Successivamente (1925) Francis Scott e Zelda affittano Villa Saint-Louis, all’inizio del Cap, sul mare dove lo scrittore troverà l’ispirazione per “Il grande Gatsby”; nel 1929 la dimora passa di mano e viene acquistata da un esule russo per diventare un hotel di charme, il Belles Rives.
A sinistra il celebre bar che conserva intatta l'atmosfera di quegli anni e a destra il molo privato.

© www.pennaevaligia.it  © www.pennaevaligia.it

® riproduzione vietata

Leggi anche:
Da Antibes a Juan les Pins passando per il Phare de la Garoupe
Curiosità ad Antibes: la commune libre del Safranier,
gli artigiani del porto e la Bière06

Antibes tra arte, storia e letteratura
Antibes: les bonnes adresses
Antibes a misura di bambino

Nessun commento ancora

Lascia un commento