Arles 2018 tra mostre ed eventi

Il Sud della Francia è una delle mie mete preferite anche per la ricchezza culturale che lo caratterizza. La città di Arles, con il suo passato romano e il suo legame con grandi pittori, è un centro nevralgico da questo punto di vista. Il calendario 2018 della cittadina è ricchissimo di eventi, mostre e iniziative legate alle tradizioni locali: eccolo!

© www.pennaevaligia.it

EVENTI
30 maggio: sfilata -evento- Crociera di GUCCI agli Alyscamps.
25-28 ottobre: « Arles en baroque », festival di musica barocca.
Estate 2018: Riapertura dell’ Hôtel d’Arlatan.
22-25 febbraio: 1a edizione del Festival del libro, nell’ambito di MP2018.

MUSEO ARLES ANTIQUE: grande mostra "L’armata Romana" dal 14 dicembre 2018 al 22 aprile 2019 (in collaborazione con il Museo d’arte classica di Mougins).

MUSEO REATTU
Nuova presentazione delle collezioni permanenti
17 febbraio 2018 – 30 dicembre 2018
Il nuovo allestimento metterà in luce il ruolo delle donne nell’identità del museo: dalla figlia di Jacques Réattu, Élisabeth Grange – che fu la prima ad aprire la propria casa al pubblico - agli artisti e collezionisti che contribuiscono all’arricchimento del patrimonio artistico arlesiano.
Esposizione Alfred Latour, fotografo. Inquadrare il proprio tempo.
7 aprile 2018 – 30 settembre 2018
Dopo la mostra proposta dalla Città di Arles attorno all’opera pittorica e grafica di Alfred Latour, il museo Réattu esplora il suo lavoro fotografico. Dalle strade di Parigi ai paesaggi delle Alpilles, le fotografie evocano con poesia la vita quotidiana nella Francia degli anni ‘50.
Retrospettiva Véronique Ellena
30 giugno – 30 dicembre 2018
Testimone appassionata della vita quotidiana, fotografa delle piccole cose, di
paesaggi e nature morte, Véronique Ellena è un’artista sensibile e il museo le dedica la prima retrospettiva: 30 anni di lavori e una vetrata-fotografica,
opera a quattro mani con un grande maestro del vetro.

FONDAZIONE VINCENT VAN GOGH ARLES
«Sole Caldo, Sole Tardivo»
21 aprile - 28 ottobre 2018
Una selezione di opere di Picasso, Monticelli, Vincent van Gogh, Sigmar Polke...
Nel 2018, la Fondazione Vincent Van Gogh Arles participa alla programmazione culturale «Picasso-Méditerranée ». La mostra collettiva Soleil Chaud, Soleil Tardif, metterà a confronto in modo inedito le opere di Van Gogh e quelle di Picasso, attraverso il prisma del sole. A partire dalle ultime opere di Picasso (1960-1973), fra cui Paysage (Mougins, 1972), l’esposizione torna sul tema del «tardivo» che definisce i periodi della storia
dell’arte dalla Modernità alla fine di una carriera. Come il sole al tramonto, le opere selezionate sono caratterizzate dal rapporto con la luce e un’energia che pare «al tramonto» ma racchiude invece un soffio di nuova libertà.
Paul Nash
21 aprile - 28 ottobre 2018
© Arles Tourisme

Paul Nash (1889-1946) è stato un modernista inglese che ha unito una fascinazione per il paesaggio naturale con una visione molto personale del mondo reale e immaginario. Ha creato così un’opera straordinaria che lo colloca tra i maggiori artisti britannici del XX secolo. Una trentina di opere del periodo 1918-1946 sono presentate in questa mostra incentrata sulla sua originale prospettiva d’arte, ispirata alla natura e da un approccio multidisciplinare, con soggetti che spaziano dalla scienza alle mongolfiere, i poeti mistici,
l’archeologia, la fotografia, il design.

FONDAZIONE LUMA ARLES
Esposizione Jean PROUVÉ, con 12 progetti di case smontabili del grande architetto. Fino a primavera 2018.

IL SAVOIR FAIRE
La birra di riso
La Camargue è il principale luogo di produzione del riso francese, che ha ottenuto nel 2000 l’IGP « Riz de Camargue », e viene coltivato in modo ecologico per proteggere l’ecosistema locale. Da novembre 2011 è stata creata anche una birra di riso, in tre varianti: la rossa, a base di riso rosso - la bianca, a base di riso bianco - la nera, a base di riso nero. Da scoprire alla Maison du Riz, ad Albaron, da una famiglia di risicoltori nell’azienda di produzione http://www.maisonduriz.com/actualite-maison-du-riz

© Arles TourismeLa sella della Camargue
A pochi chilometri da Arles Victor Mailhan, sellaio, fabbrica le selle Camargue, finimenti e sedens (corde) artigianali, accessori per il mondo equestre http://sellerie-mailhan-camargue.com/materiel-equestre

© Arles Tourisme

Prodotti cosmetici a base di latte di giumenta della Camargue
Caroline Maureau alleva giumente di pura razza Camargue con il Fieno
della Crau doc e produce un latte di qualità con cui vengono realizzati cosmetici (saponi, latti per il corpo) dalle proprietà dermatologiche http://www.laitdejumentdecamargue.fr/
Oggetti 100% Camargue: i « bois flottés » della Camargue
Sulla spiaggia Jean-Pierre va a cercare i bois flottés, legni grezzi levigati dall’acqua,
portati qui dal Rodano o dal mare. Con questi legni crea oggetti svariati e mobili nel suo atelier di Saliers in Camargue, a pochi chilometri da Arles https://www.eauboisflotte.com/

INFO:
WWW.AIXENPROVENCETOURISM.COM
WWW.ARLESTOURISME.COM
WWW.FRANCE.FR

Leggi anche
Tra la Provenza e la Camargue: Avignone, Aigues Mortes, Arles, Les Baux e Saint Remy
Les Saintes Maries de la Mer: la capitale della Camargue

Nessun commento ancora

Lascia un commento